madaus

Vai ai contenuti

Menu principale:

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 

VIRTUALE. Il video

“Ci sentiamo su Skype. Ti taggo su Facebook. Ti aggiungo al gruppo di Whats App. Te lo passo su Dropbox o nel Cloud.”
Sono frasi che ormai da tempo pronunciamo o sentiamo pronunciare tutti i giorni. Con l’avvento della Rete e ancora più dei social network diminuiscono le occasioni per vederci, parlarci, toccarci e “sentirci” di persona. Passiamo sempre più tempo attaccati a uno schermo, che sia quello più piccolo dello smartphone o quello di un tradizionale computer o televisione. I nostri rapporti sono diventati sempre più fittizi, irreali, virtuali. Così è nato VIRTUALE, un brano in cui i Madaus ci parlano di rapporti tra persone lontane, relazioni immateriali e inconsistenti. Il video musicale del brano propone la musica come linguaggio comune, “luogo” in cui incontrarsi e in cui costruire dei rapporti umani veri, concreti, reali, elemento di aggregazione fra persone di diversa estrazione, età e cultura. E così, per realizzare il video e il backstage, i Madaus hanno coinvolto l’intera comunità, gli allievi del “Cantiere Madaus", di altre scuole di musica del territorio e la banda del paese. Il brano VIRTUALE è stato riarrangiato, rivisto, provato e registrato con l’entusiasta e sentita partecipazione di centinaia di persone: artisti, musicisti, professionisti e non, mesi di idee, scrittura e organizzazione per due giorni di riprese tra Orciatico, Lajatico e le loro meravigliose colline.
Un'avventura complessa e corale, primo tassello di un progetto socio culturale più ampio che i Madaus proporranno non solo nei loro prossimi live, ma anche nelle scuole pubbliche e private, presso enti, fondazioni e associazioni culturali del territorio, per riflettere insieme sulla differenza tra reale e virtuale e cercare, se non si può fare a meno di seguire il progresso, una via per riscoprire l'importanza di rapporti veri, concreti e reali.
Tutto questo è VIRTUALE.

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
 
 
 

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

 
Torna ai contenuti | Torna al menu